Il servo di Dio Angelo Cantons

PREGHIERA

0 Dio, Padre Onnipotente, Che ci hai dato nel Tuo unigenito Figlio Gesù il Sommo ed Eterno Sacerdote e, er Lui, i Sacerdoti che nella Chiesa continuano a Sua opera di Salvezza, Ti chiediamo di glorificare il figlio del Cuore Immacolato di Maria Padre Angelo Cantons, fervente apostolo dell'Eucaristia, e in sua intercessione Ti domandiamo la grazia e e ci sta a cuore e Ti esponiamo. . . Se è Tua volontà, esaudisci la nostra preghiera per lo stesso Nostro Signore Gesù Cristo. Amen.

Chi si raccomanda all'intercessione di Padre Angelo e riceve grazie, ne dia notizia ai Clarettiani o al parroco di Regina Pacis, o al Penitenziere della Cattedrale di Palermo.

Si può stampare                                                    + Rosarno Mazzola

Vescovo Aus. e Vic. Gen. Palermo, 7 luglio 1982

Il servo di Dio Padre Angelo Cantons: fu il primo Clarettiano venuto a Palermo nel maggio 1935. 

Nato a Mollerusa (Spagna) il 5 Aprile 1895 da cristianissima famiglia, che diede alla Chiesa tre Sacerdoti, fu ordinato Sacerdote in Saragozza il 29 maggio 1920.

Vagheggiava andare missionario Figlio del Cuore Immacolato di Maria in Africa o in America, ma i Superiori lo destinarono in Italia. Qui molte le città o i centri che l'ebbero instancabile predicatore di missioni al popolo o di eserci spirituali a Seminari e Comunità religiose.

Richiesto dal Card. Lavitrano quale Direttore spirituale del Seminario, fu a Palermo dal 1935 al 1945, si dedicò a così delicato ufficio con non comune impegno e si prodigò, anche nelle Parrocchie della Diocesi, nel ministero della parola e della direzione spirituale.

Da allora si vide, con meraviglia di tanti, il primo sacerdote andare in bicicletta, non solo tra la parrocchia e il «suo » seminario, ma anche per le strade che lo conducevano ai carcerati, agli infermi, all'Azione Cattolica, ai conventi di Suore, ad altre parrocchie, agli Istituti, dovunque fosse richiesto. Perciò sarebbe diffcile trovare altare, pulpito o confessionale che non lo abbia visto in azione con ritiri, esercizi spirituali, ore sante, sermoni eucaristici, panegirici, ecc.

Rientrato in Spagna, visse a Barcelona anni di sofferenze fisiche, ma anche qui dimostrò profonda pietà e ardente zelo. 

Ritornato a Palermo, e sempre dedito a glorificare e servire il Signore, al quale aveva fatto anche l'offerta totale della sua vita, morì santamente il 9 luglio 1967. Le sue spoglie mortali rlposano nella nostra Chiesa parrocchiale di Regina Pacis a Palermo.

Chi voglia visitare la stanza del Servo di Dio  p. Angelo Cantons può farlo negli orari di apertura dell'ufficio parrocchiale.